EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

In evidenza

“Museums and Web” arriva nella culla del Rinascimento.

A Firenze dal 19 al 21 Febbraio si terrà il più importante congresso internazionale su i musei e il digitale.

Dagli Stati Uniti arriva, nella prestigiosa location di Palazzo Vecchio di Firenze,  Museums and the Web, la rinomata convention internazionale che dal 1997 riunisce brillanti professionisti del settore artistico, in dialogo con le istituzioni della cultura e dell’innovazione digitale.

L’appuntamento fiorentino avrà come titolo: “Open Museums and Smartcities: Storytelling and Connected Culture” e concentrerà la sua attenzione sulle strategie, strumenti e best practice per connettere il patrimonio culturale alle comunità delle ‘smartcities’ del futuro. L’obiettivo del congresso sarà quello di dimostrare come le nuove tecnologie permettono ai musei di uscire dalle proprie mura per poter estendere la fruizione del patrimonio artistico a favore di una maggiore connettività capace di creare nuovi modelli partecipativi

PicsArt_1392232506075-1Il programma della conferenza è ricco di interventi interessanti: toccherà temi come la realtà aumentata, lo storytelling digitale, i social media, i mobile tour, l’uso del 3D e le più recenti sperimentazioni con i Google Glass.

Saranno presenti circa 100 relatori internazionali, tra cui Nancy Proctor, co-organizzatrice della versione internazionale di “Museums and the Web”, Susan Chun del Museo d’arte contemporanea di Chicago e Robert Stein del Dallas Museum of Art. 

Non mancheranno anche le nostre eccellenze italiane, Luca Melchionna del Mart- Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, Carlotta Margarone di Palazzo Madama Torino, gli organizzatori delle Invasioni Digitali, il team di #Svegliamuseo e molti altri nomi che mi rendono orgogliosa di essere italiana.

Grazie al Social Media Team dell’evento, attraverso l’hashtag ufficiale #MWF2014, sarà possibile seguire la convention sui Social Network. A tal proposito, vi invito a tenere sott’occhio il sito di #svegliamuseo dove ogni giorno troveremo il resoconto dei lavori della giornata. Se poi come me amate twitter, vi consiglio di seguire gli account di Anna D’Amico di Care About Culture, Caterina Chimenti di Lonely Traveller, le  BAM – Strategie culturali e gli amici di #svegliamuseo che, tra un “cinguettio” e l’altro, ci aggiorneranno in tempo reale sulle novità del “Museums and Web”.

Auguro di cuore alla mia Italia e a Firenze di essere, ancora una volta, la culla di nuovi splendori nel campo artistico-digitale!

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*