EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

In evidenza

Lettera di dimissioni di Salvatore Settis dal FAI

Finalmente un pò di coerenza nel mondo dell’arte, il Prof. Salvatore Settis, grande cultore dell’arte, riconosciuto in tutto il mondo per i suoi lavori a favore della cultura, martedì 9 gennaio ha dato le dimissioni come Consigliere del FAI (Fondo Ambiente Italiano), siccome il Presidente ha deciso di candidarsi nelle liste di Mario Monti.

Si seguito trovate le dimissioni del Prof. Settis in cui riporta le sue motivazioni.

E’ una boccata di ossigeno vedere che esistono ancora Uomini coerenti con le proprie idee a favore della cultura e dell’arte! La stimo, Prof. Settis!

Gent.ma Sig.ra Ilaria Borletti Buitoni
Presidente del FAI

Cara Presidente,

Salvatore_Settisho appreso dalla Sua lettera e dai giornali della Sua decisione di candidarsi in una delle liste che fanno riferimento all’attuale Presidente del Consiglio. E’ una decisione che rispetto, confidando nelle Sue buone intenzioni. Ma non posso né comprendere né condividere il fatto che la Presidente in carica del FAI appoggi in modo tanto esplicito un Presidente del Consiglio che in oltre un anno di governo non ha mostrato la minima sensibilità per i problemi dell’ambiente, dei beni culturali, della scuola, dell’università, della ricerca, della cultura. Inoltre, cosa forse perfino più grave, il Presidente Monti non ha mostrato alcuna attenzione a questi problemi nemmeno nella sua Agenda, con ciò confermando che, qualora tornasse alla guida del governo, proseguirebbe l’opera di sistematico smantellamento delle strutture statali della tutela e di privatizzazione del patrimonio pubblico iniziata dal governo Berlusconi e di fatto perseguita anche dal governo “tecnico”.

Che Mario Monti, il quale anche in me aveva destato tante speranze, sia stato così deludente su questi (ed altri) fronti è, ne sono consapevole, una mia opinione personale, che Lei ovviamente non condivide, visto che ha deciso di scendere (o salire) in campo al suo fianco con tutto il peso della carica di Presidente del FAI. Ma questa netta contrapposizione di idee e di valutazioni mi obbliga a dimettermi, immediatamente e irrevocabilmente, da Consigliere del FAI.

Mi consenta ugualmente di augurarLe il miglior successo nelle prossime elezioni e nelle Sue attività di Presidente del FAI. Cordialmente Suo

Salvatore Settis

Pisa, li 9 gennaio 2013

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*